Attivatore Pluri Funzionale (APF)

Questo strumento, ideato da Soulet-Besombes, prodotto originariamente in caucciù e attualmente disponibile anche in silicone, a prima vista sembra un'apparecchiatura molto semplice ma in realtà la sua azione è complessa, non a caso si chiama plurifunzionale. Simile al paradenti di un pugile, ha un'azione sul riequilibrio della bocca e di conseguenza anche sulla postura. Ripristina e normalizza funzioni neurovegetative oro-faringee come la masticazione, la deglutizione, la fonazione e la respirazione nasale e innesca processi elaborativi lavorando, con piccole azioni di tipo osteopatico, su quei denti il cui contenuto archetipico ha manifestato una disarmonia, una perturbazione che può essere somatizzata.

Conformatore

Lo spettro di indicazioni è vasto. Esercita la propria azione sulle malposizioni dentali e le dismorfosi nel senso verticale. E' particolarmente indicato per il trattamento di beanza anteriore e proalveolia incisiva superiore. 

E' allo stesso tempo un apparecchio di contenimento da utilizzare alla fine di un trattamento o per fare una pausa nel corso del trattamento garantendo il mantenimento dei risultati già ottenuti.

E' anche di grande utilità in caso di tendenza a russare per migliorare la qualità del sonno o ancora per rieducare la respirazione nasale e la deglutizione.

Propulsore - APF per      II° Classe

Il piano di simmetria, a livello mandibolare, presenta una pendenza che stimola lo scivolamento mandibolare.

Il riposa-lingua, rieducando la posizione della lingua verso il palato, favorisce il movimento in avanti della mandibola

Retropulsore - APF per III° Classe

Questo apparecchio agisce sulle cause di questo tipo di patologia: sottosviluppo del mascellare, con cattiva ventilazione nasale e lingua in posizione bassa. Tecnicamente parlando, la parte mascellare è molto più larga della parte mandibolare, sia nel senso antero-posteriore che in quello trasversale.

Il piano di simmetria dell'apparecchio è molto più spesso a livello posteriore, con una pendenza a livello mascellare che stimola lo scivolamento. La banda vestibolare inferiore è più larga per meglio raddrizzare l'asse degli incisivi che hanno tendenza a partire in avanti (conseguenza della deglutizione atipica).